In allegato la Scheda richiesta laboratori scolastici all'Associazione A.R.C.O.

Laboratori nelle Scuole

Logo: Laboratori nelle Scuole

Laboratori nell'anno scolastico 2016-2017

Progetto di educazione alla legalità: “Disegna ciò che vedi”

Immagini tratte dal Libro Pop Up realizzato dai ragazzi della classe II D della Scuola Primaria XXV Aprile

Foto della Mostra dei lavori della classe III B della Scuola Primaria D. Gabbrielli

Linea divisore

Laboratori svolti nell'anno scolastico 2015-2016

Progetto legalità: Scuola primaria “Donatello Gabbrielli” Classi Terze

Laboratorio di legalità e cittadinanza

I ragazzi e le docenti della Scuola XXV Aprile consegnano all’Assessore Diye Ndiaye il libro pop up della costituzione durante l’incontro con  ETTORE SQUILLACE GRECO in auditorium il 3 Aprile 2016.

Durante questo anno scolastico gli alunni delle due classi terze sono stati accompagnato al cinema Odeon di Firenze per la visione del film Alice nel paese delle meraviglie, di cui è stata fatta anche la lettura in classe con riflessione sulle tematiche emerse.
Il laboratorio di legalità e cittadinanza è stato incentrato sulla riflessione su un momento particolarmente significativo delle avventure di Alice: l’incontro con il personaggio di Hupty Dumpty, con cui la protagonista intavola una discussione apparentemente surreale, ma che invece descrive bene la patologia del rapporto esistente tra verità e potere.
I bambini sono stati accompagnati, attraverso giochi linguistici, filastrocche (anche in lingua inglese), drammatizzazioni, ad una riflessione critica sul significato delle parole e su come queste possano diventare strumenti di gestione del potere.
E’ stata rappresentata inoltre la scena dell’incontro tra Alice e Hupty Dumpty in un pannello realizzato con i lavori di ceramica fatti dai bambini con il supporto dell’insegnante Metella Niccolai dell’Associazione ARCO.

Conversando con Humpty Dumpty, lo strano personaggio dalla forma di un uovo, Alice gli contesta di utilizzare le parole a vanvera, o meglio di utilizzarle in un'accezione diversa da quella propria delle convenzioni linguistiche.

  • Quando io uso una parola, rispose Humpty Dumpty, questa significa esattamente quello che dico io, nè più nè meno.
  • Bisogna vedere -disse Alice- se Lei può dare tanti significati diversi alle parole.
  • Bisogna vedere -rispose Humpty Dumpty- chi è che comanda; è tutto qua.

Lewis Carrol in poche parole evidenzia il rapporto che corre tra verità e potere, un rapporto che talvolta può anche essere conflittuale.

Progetto: Leggendo Pinocchio ci confrontiamo ... sui diritti e doveri dei bambini “CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA” a cura dell’Associazione A.R.C.O

Scuola D.Gabbrielli Scandicci
1°Istituto Comprensivo “Rossella Casini”
Classe II ° B ( Insegnante Laura Fortunati )
Coadiuvata dall’Insegnante  Metella Niccolai  Ass. A.R.C.O

Finalità del progetto:

Laboratorio didattico manuale (Lavorazione della ceramica) per dare concretezza ai diritti e doveri dell’infanzia dopo una attenta lettura del volume di Collodi  PINOCCHIO.

Attività:

Per far conoscere ai bambini più piccoli i Diritti e Doveri sanciti dalla CONVENZIONE dando spazio al potere educativo della manipolazione (lavorazione dell’argilla) è stato progettato questo percorso- laboratorio poiché i bambini attraverso essa si identificano con i compagni i genitori e le persone a loro più vicine. Il compito di leggere e  selezionare alcuni Diritti  su cui svolgere un lavoro di ricerca  e confronto  ha fatto capire ai bambini che non esistono  diritti più importanti e altri secondari in quanto tutti si integrano e sono uguali.
Dopo un attento lavoro di lettura di filastrocche, di disegni, di frasi, di Strumenti Audiovisivi Multimediali, canzoni ecc.. su Pinocchio  si è cercato insieme all’insegnante M.Niccolai di dare una sorte di ordine raggruppando i diritti più simili o le frasi molto vicine a loro e all’età anagrafica a cui appartengono.
L’insegnante di classe ha indirizzato l’attenzione ai ruoli dei personaggi della storia , Geppetto, Pinocchio , Il  Gatto, La Volpe,… per approdare alla fase del lavoro  che sta impegnando tutt’ora i bambini in attività di modellaggio della creta per realizzare tavole in ceramica su alcuni Articoli : 7- 27-18-17- 20- 22- 21 -28 -3

  • Diritto ad un nome, una nazionalità, una famiglia..
  • Diritto ad uno stile di vita suff. buono..
  • I genitori hanno la responsabilità comune per l’educazione e lo sviluppo..
  • Diritto di essere aiutati e protetti e di godere buona salute..
  • Diritto di ricevere una istruzione…

Tutto questo sotto la guida dell’insegnante M. Niccolai.
Questo momento è  importantissimo perché ha permesso ai bambini di lavorare in piccoli gruppi collaborando per un fine comune, stimolando la creazione  di diversi lavori di carattere grafico pittorico corredati da didascalie fumetti ecc..
Questo progetto intende valorizzare il messaggio che da oltre 20 anni la Convenzione Internazionale  sui diritti dell’infanzia  sta rivendicando e i più adatti a ciò sono proprio loro i bambini portatori indiscussi dei diritti in ogni luogo e momento della loro vita.
Il confronto tra la fiaba di Pinocchio, i suoi personaggi ed i diritti dei bambini  e il laboratorio di ceramica sta permettendo di conoscere questa Convenzione.

Linea divisore

Laboratori svolti nell'anno scolastico 2014-2015

Le parole per stare insieme - Laboratori di educazione alla legalità

L’Associazione A.R.C.O. (Associazione Ricerca Cultura Orientamento), partendo dalla consapevolezza del valore della scuola e della cultura nei processi di formazione del cittadino, ha coordinato un laboratorio realizzato nelle classi della scuola primaria partendo dal libro “Le parole per stare insieme”, ed. Fatatrac.
In modo semplice, attraverso la poesia e il gioco, il libro ha permesso di intervenire su concetti complessi, di abituare anche i più piccoli a fare domande, di scoprire la forza e il valore delle parole che fondano la convivenza, che creano legami, che rendono possibile il vivere bene insieme. In forma di filastrocche i bambini sono stati invitati ad osservare episodi della vita quotidiana su cui fermarsi a pensare, a riflettere, a fare delle scelte.

Partendo dalla lettura delle schede proposte dal libro-gioco, è stato avviato un cammino di crescita, di conoscenza, di maturazione personale, di sviluppo della socialità attraverso un percorso di educazione alla cittadinanza che ha esplorato numerose tematiche: dall’intercultura alla costituzione, dalle regole della convivenza alla pace, utilizzando linguaggi verbali e non verbali, teatrali e musicali.
La metodologia del laboratorio è stata particolarmente “inclusiva”, coinvolgendo tutti gli allievi, utilizzando e consolidando le competenze previste per ogni fascia di età e per ogni area disciplinare: “L’attività laboratoriale, volta a realizzare un lavoro collettivo, ha permesso di mettere in situazione l’impegno ad agire in modo da stare bene insieme …”

I risultati ottenuti hanno spesso superato le attese degli insegnanti e degli animatori. I bambini si sono rivelati “straordinari allievi e grandi maestri” per la curiosità con cui guardano il mondo e per la loro saggezza nel proporre regole essenziali per una coesistenza felice.
Il laboratorio si è avvalso della presenza delle autrici del testo in qualità di docenti e coordinatrici: prof.ssa M. Rosaria Bortolone (dirigente scolastica), prof.ssa Mariangela Giusti (Università Bicocca di Milano) ed è stato coadiuvato da alcuni soci dell’associazione, ex docenti di scuola primaria e animatori teatrali e musicali.
I prodotti elaborati durante i laboratori sono stati condivisi con i genitori degli allievi giovedì 4 giugno alle ore 16.30 presso gli spazi della scuola primaria “Gabbrielli” di Scandicci.

Classi coinvolte nel progetto D. Gabbrielli: 1A, 1B, 2A, 2B - XXV Aprile 5B - G. Marconi 2B - D. Campana 3A

Prodotti dei laboratori D. Gabbrielli Classi 1A, 1B maestre Ametrano-Fortunati docenti A.R.C.O. Niccolai-Calvaruso Pannelli tavolette ceramica, trenino della legalità, castello della felicità (con materiali riciclati) Classi 2A, 2B maestre Pecorini-Falugiani docente A.R.C.O. Niccolai Pannell itavolette ceramica, animazione musicale (Prof. G. Mazzarese) G.Marconi Classe 2B maestre Naldi-Pratelli, esperti A.R.C.O. De Pasquale, Lusini Animazione teatrale D.Campana Classe 3° Maestre Maserti-Corino Puzzlee testi sul tema dell’intercultura XXVAprile Classe VA Maestre Caciolli-Carcia Libro pop up su alcuni articoli della Costituzione.

Inoltre i ragazzi delle scuole aderenti al progetto il giorno 12 Maggio 2015 hanno assistito allo spettacolo “Io diversa” della Compagnia Teatrale Piccoli Principi al Teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci. Agli insegnanti (aperto al pubblico) è stato presentato il libro dall’autrice Mariangela Giusti “Forme, azioni, suoni per il diritto all’educazione”, il giorno 6 Maggio 2015 presso La Fabbrica dei Saperi. Tale testo era stato utilizzato dai docenti per i laboratori, con la consulenza scientifica della prof. Giusti.

Le azioni teatrali sono state presentate ai genitori il giorno 26 Maggio2015 dalle ore 15 alle 17 alla Gabbrielli (musica), dalle 17 alle 18 e 30 alla Rodari (teatro). Il progetto è stato coordinato dalle docenti A.R.C.O. Franca Gambassi.e Maria Tedesco.

Giornata del 13 Settembre 2015 FESTIVAL “IL DIRITTO DI ESSERE BAMBINI” Cascina Triulza Milano EXPO 2015

Il Progetto “Le parole per stare insieme” rivolto alle classi della scuola primaria di Scandicci, promosso e coordinato dall’Associazione A.R.C.O., nell’ambito delle iniziative di Educazione alla legalità del Comune di Scandicci per l’anno formativo 2014-2015, si è concluso con la partecipazione dei docenti coinvolti, degli esperti A.R.C.O. e dei rappresentanti del Comune (20 persone), al Festival “Il Diritto di essere bambini” presso Cascina Triulza MILANO EXPO 2015.
I docenti hanno potuto esporre, durante un laboratorio-conferenza dal titolo ”Come educare alla buona convivenza: esempi educativi in dialogo”, rivolto a docenti, genitori, educatori, le attività svolte nell’ambito del progetto durante l’anno scolastico nelle classi interessate (sono stati coivolti tutti i comprensivi, come risulta dalla relazione allegata).

E’ stato proiettato il video dell’esperienza, realizzato dal CRED e, con la supervisione della prof.ssa Mariangela Giusti, docente presso l’Università di Milano Bicocca,che aveva fornito la sua consulenza scientifica durante i laboratori, è stato possibile avere un confronto molto costruttivo sul lavoro svolto: contenuti e metodologie adoperate.
Le attività sono state valutate e apprezzate ed è emerso con evidenza come a Scandicci funzioni la sinergia scuola-istituzioni culturali del Comune e Associazionismo.

Laboratorio di intercultura presso la Scuola Media Spinelli

Laboratorio di intercultura presso la Scuola Media Spinelli

Attività di biblioteca presso la Scuola Media Rodari.

Laboratorio linguistico presso le Scuole Medie Fermi, Rodari e presso la Scuola Secondaria Superiore Sassetti-Peruzzi (inserimento ragazzi stranieri).

Sono state inoltre attivate ore di sostegno-recupero per casi segnalati e seguiti dalle Assistenti Sociali del Comune di Scandicci.

Linea divisore

Laboratori svolti nell'anno scolastico 2013-2014

Laboratorio linguistico presso la Scuola Media Fermi (inserimento ragazzi stranieri)

Attività di biblioteca presso la Scuola Media Rodari

Laboratorio di intercultura presso la Scuola Media Spinelli

Laboratorio di intercultura presso la Scuola Media Spinelli

Laboratorio artistico di ceramica a freddo (pasta di maizena) presso la Scuola Elementare XXV Aprile e Scuola Elementare D. Gabbrielli

Laboratorio Musicale: Il Comune di Scandicci, l'Associazione A.R.C.O. di Scandicci, il Circolo ricreativo Bella Ciao presentano "Patrilineare", un racconto in musica, scritto e interpretato da Enrico Fink
“Il protagonista ricostruisce, partendo da pochissimi elementi, la storia del proprio bisnonno”: ricostruzione che per i temi trattati si collega alla mostra “Microstorie di coraggio in fumetto” in corso presso la Biblioteca di Scandicci.
Giovedì 20 marzo 2014, ore 10 - Sala Consiliare del Comune di Scandicci [Allegato: Volantino]

Laboratorio Musicale: "Patrilineare", un racconto in musica, scritto e interpretato da Enrico Fink

Sono state inoltre attivate ore di sostegno-recupero per casi segnalati e seguiti dalle Assistenti Sociali del Comune di Scandicci.

Linea divisore

Laboratori svolti nell'anno scolastico 2012-2013

I soci A.R.C.O. hanno fornitola loro collaborazione ai docenti delle scuole primarie e scuole medie di Scandicci per effettuare i seguenti laboratorinell'anno scolastico 2012-2013:

Laboratorio linguistico presso la Scuola Media Rodari

Laboratorio linguistico e sostegno presso la Scuola Elementare XXV Aprile

Laboratorio artistico di ceramica a freddo (pasta di maizena) presso la Scuola Elementare XXV Aprile e Scuola Elementare D. Gabbrielli

Laboratorio di pasta alla maizena (ceramica a freddo) a scuola

Laboratorio di intercultura presso la Scuola Media Spinelli

Apertura della Biblioteca della Scuola Media Fermi per 3 giorni la settimana

Linea divisore

Laboratori svolti nell'anno scolastico 2011-2012:

  • Laboratorio di informatica per 2 classi della Scuola Elementare XXV Aprile e per 2 classi della Scuola Elementare Donatello Gabbrielli (Primo Istituto comprensivo)
  • Laboratorio di ceramica per 2 classi della Scuola Elementare XXV Aprile e per 2 classi della Scuola Elementare Donatello Gabbrielli (Primo Istituto comprensivo)
  • Laboratori linguistici per i ragazzi stranieri alla Scuola Media Rodari, alla Scuola Media Spinelli, alla Scuola Media Fermi
  • Laboratori di matematica alla Scuola Media Fermi

Sono state inoltre attivate ore di sostegno-recupero per casi segnalati e seguiti dalle Assistenti Sociali del Comune di Scandicci.

Linea divisore

In allegato la Scheda richiesta laboratori scolastici all'Associazione A.R.C.O.